Loading...

Una guida minima ai materiali per il piercing – i metalli

piercing metalloIl piercing non è una passeggiata. Si tratta, almeno appena fatto, di una vera e propria ferita, e la scelta del materiale giusto è fondamentale per una buona guarigione.

Non tutti i piercing sono uguali, e non tutti i materiali sono uguali. Bisogna scegliere quello più adatto per tipo di foro, luogo del foro e per il risultato che si vuole ottenere.

Noi di MondoPiercing abbiamo preparato per te una guida minima alla scelta del gioiello che fa per te, sicuri del fatto che ne farai buon uso e che ti avvierai, grazie a questi consigli, verso una guarigione a regola d’arte.

Acciaio chirurgico

E’ un ottimo materiale, anche se secondo la Direttiva Europea dovrebbe essere usato solo con piercing già guariti. C’entra il nickel, che potrebbe essere contenuto in minime parti e dare problemi importanti su una ferita aperta.

Acciaio Inox

Ibidem. Si tratta di un materiale che la UE consiglia solo per i piercing già guariti, e c’entra come sopra il nickel. Se state cercando il gioiello giusto per guarire un foro appena fatto, continuate a leggere, ne troverete più avanti.


Titanio

Ecco il primo che può essere utilizzato anche per i piercing appena fatti. Si tratta di un materiale più costoso di quelli che vi abbiamo già presentato, ma che offre risultati migliori e in genere una degenza completamente priva di problemi.

Non risparmiate sul piercing, pagherete tutto con gli interessi.

Oro

Va benissimo sia per i piercing già guariti, sia per quelli in via di guarigione. L’oro è uno dei materiali più inerti, anche se dovreste scegliere un prodotto almeno a 14 carati, meglio se a 18. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons