Loading...

Scarnificazione: rischi e consigli

scarnificazioneTra i giovani appassionati di tatuaggi si vive sempre alla ricerca di nuove tecniche, più fantasiose e più innovative. Se per quanto riguarda i tatuaggi si parla sempre di lavori con gli aghi, quando si parla di scarnificazione si va verso lidi molto estremi.

La scarnificazione permette di disegnare immagini permanenti sul corpo creando cicatrici tanto profonde da lasciare il segno in eterno, ma quali sono i rischi e come viene eseguita una scarnificazione?

La scarnificazione: cos’è

La scarnificazione è un’antica pratica utilizzata da alcune tribù africane, ma si tratta di una strada molto rischiosa e colma di pericoli per la salute. Anche alcune tribù dell’Italia neolitica utilizzavano la scarnificazione come rito.

Per eseguire un tatuaggio tramite scarnificazione, bisogna eliminare tutto lo strato di pelle sulla carne tramite arnesi da brivido. Vengono utilizzati bisturi o incisori a penna che cauterizzano le ferite, a seconda di quale sia l’immagine da scolpire nella pelle.

La pelle va letteralmente ritagliata e rimossa a seconda dell’immagine scelta e la carne viene esposta. Per questo si tratta di una pratica molto dolorosa e molto pericolosa.


Ovviamente l’operazione deve essere eseguita da personale estremamente competente ed estremamente pratico. Le norme di igiene devono essere severissime e gli arnesi utilizzati devono essere totalmente sterili.

Il rischio di infezioni e danni è molto alto se la scarnificazione viene fatta da e su soggetti non adatti alla pratica. La scarnificazione fa parte della body art e in certi casi permette di avere tatuaggi in 3D.

A seconda del tipo di idea e di disegno che avete, potrete scegliere tra:

  • Branding (eseguito a fuoco);
  • Cutting (taglia via solo due mm di pelle, consigliata per disegni elaborati);
  • Scarnificazione (rimuove gli strati profondi).

I nostri consigli

Se siete interessati a questo tipo di pratica davvero estrema, vi consigliamo di cercare molto accuratamente il vostro personale “chirurgo”. Non molti studi di tatuaggi offrono questo particolare servizio a causa dei rischi presenti e della minuziosità e preparazione richiesta.

Una volta individuato lo studio che fa per voi, controllate bene l’igiene e le credenziali. La prudenza è sempre necessaria, ma in questo caso lo è più degli altri. Per la cura affidatevi ai consigli che vi saranno dati. In questi casi la cura è un argomento molto delicato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons