Loading...

Sangue dal piercing: come comportarsi?

piercing bloodIl piercing è un’operazione tanto banale quanto complicata. Si tratta comunque di perforare una parte del nostro corpo ed inserire un oggetto estraneo, cosa che se non fatta secondo i più alti standard igienici e tecnici, potrebbe ovviamente andare a creare qualche tipo di problema.

Oggi parliamo del problema del sangue che viene fuori dal piercing, un problema che può andare a dare fastidio in modo piuttosto marcato, soprattutto se il piercing è stato fatto in qualche area del nostro corpo ad elevata vascolarizzazione.

Che cosa vuol dire se il piercing sta perdendo sangue? Per quanto tempo dobbiamo ritenere le perdite di liquido ematico normali? C’è altro che dovremmo sapere? Vediamolo insieme.

Il sangue, a rigor di medicina, dovrebbe interrompersi quasi subito

La prima notizia che ci sentiamo di darvi è questa: il sangue dovrebbe arrestarsi dopo pochissimo tempo dopo aver effettuato il piercing. I meccanismi di rimarginamento del nostro corpo sono infatti in genere molto efficienti e ci permettono di avere a disposizione gli strumenti per fermare l’emorragia praticamente da subito.

La tempistica è ovviamente variabile in base all’area nella quale abbiamo effettuato il piercing: paradossalmente le aree a bassa vascolarizzazione tendono a smettere più tardi di sanguinare. Dovremmo comunque essere in grado, utilizzando il ghiaccio e gli altri strumenti messi a disposizione dal nostro piercer di fiducia, di fermarlo quanto prima.


Cosa fare se il sangue non si ferma?

Se il sangue continua ad uscire, dovremo prendere delle contromisure, che sono poi quelle che trovate elencate di seguito:

  • Se il piercing è stato appena fatto, aiutiamoci con del ghiaccio. Il ghiaccio è di fondamentale importanza, in quanto ad esempio riesce a far ridurre il gonfiore e, cosa che ci interessa in relazione a questa guida, a interrompere l’emorragia;
  • Se il piercing è stato fatto qualche ora prima, sarebbe il caso, nel caso in cui l’emorragia fosse copiosa, farsi visitare da un medico. Anche in questo caso tamponare con garza e ghiaccio può essere di fondamentale importanza, per aiutare sia il nostro corpo a rimarginarsi, sia il sangue ad arrestare la sua corsa;
  • Nel caso in cui il flusso fosse invece minimo, basterà trattare la superficie con della soluzione salina. Si tratta di un liquido che aiuta a rimarginare le ferite oltre che a disinfettarle.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons