Loading...

Rischi del Microdermal: arriva l’allarme dei medici

microdermal rischiIl microdermal è una delle mode del momento: si tratta di un piercing che solo fino a pochi mesi fa veniva ritenuto roba da fanatici, e che successivamente però si è riuscito a guadagnare il consenso anche di chi non proprio un fissato della body modification.

A cercare di interrompere una moda che ai più bigotti sembrerà come la fine del mondo civilizzato come lo conosciamo, arriva l’allarme della British Association of Dermatologistsuna associazione che raccoglie molti dei dermatologi britannici.

Sul banco degli imputati c’è proprio lui, il microdermal, il nuovo mostro nei confronti del quale medici e associazioni di genitori si sentono in diritto/dovere di mettere in guardia i giovani.

Ma stanno proprio così le cose? È davvero pericoloso come dicono? Cerchiamo di capirne di più.

Pericolo infezioni e infiammazioni

Il motivo per il quale il microdermal si sia guadagnato un’attenzione speciale rispetto agli altri piercing non è dato saperlo. Biologicamente parlando le differenze sono poche, anzi pochissime. Nel caso del microdermal la parte di metallo che rimane “sepolta” nella pelle è sicuramente maggiore, e quindi aumentano i rischi di rigetto, ma questo non vuol dire che i rischi di infezione siano maggiori.


Certo, parliamo di una operazione piuttosto delicata, nella quale devono essere impiegati esclusivamente materiali sicuri. Questo però non vuol dire che il risultato scontato sia una infezione. Sono tanti i portatori di microdermal che non hanno sperimentato alcuna di queste condizioni, e che continuano a godersi, senza troppi problemi in verità, uno dei piercing più belli che ci siano.

Valgono le stesse avvertenze generiche per i piercing

La nostra idea è che la British Association of Dermatologists abbia voluto farsi un po’ di pubblicità gratuita salendo sul carro degli ansiosi e dei bigotti. Gli allarmi contro le body modification riscuotono, purtroppo, sempre un discreto successo sulla stampa e un po’ di reclame per l’associazione non può che far bene, soprattutto se ci scappano poi, a conti fatti, dei copiosi assegni versati dalle associazioni dei genitori più bigotte.

La verità è che per il microdermal valgono le stesse identiche attenzioni che valgono per gli altri piercing.

Solo professionisti certificati

Il piercing va inserito solo da professionisti certificati, che siano in grado di dimostrare sia la competenza tecnica e manuale, sia la capacità di offrire uno studio a regola d’arte per quanto riguarda l’igiene. Mai e poi mai affidarsi a chi svolge amatorialmente la professione, e mai e poi mai prestarsi a farsi forare in un ambiente che non sia adatto.

Solo materiali giusti

Vanno impiegati esclusivamente materiali giusti: titanio chirurgico o affini, per ridurre al minimo i rischi di infezione e di rigetto. Questa avvertenza non vale solo per questo tipo particolare di foro, ma più in generale per tutti i materiali che andrete ad infilare nel vostro corpo.

Il rischio è che materiali più economici (e più scadenti) non permettano una corretta igiene della parte perforata, causando, e qui hanno ragione i dermatologi, infezioni e infiammazioni.

Con un po’ di accortezza e cercando di non risparmiare fino all’ultimo euro, si può avere un microdermal scevro da problemi. 

Seguite le indicazioni che continuiamo a darvi su MondoPiercing: da un lato per la vostra salute, dall’altro per mettere a tacere, una volta per tutte, i profeti di sventura.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons