Loading...

Piercing Pubico: la guida

pube piercingOggi torniamo a parlare di piercing un po’ piccanti, quelli che, per intenderci, fino a qualche anno fa erano un segreto erotico e oggi invece sono diventati, spogliare per credere, molto, molto comuni.

Oggi parliamo di piercing pubico, una speciale categoria di fori che viene praticata non direttamente sui genitali, ma piuttosto sulla zona del pube, che appunto sovrasta gli organi genitali.

Vediamo insieme come sono, perché si fanno, se ci sono significati dietro queste pratiche e, cosa più importante, quali sono le pratiche di sicurezza che dovrebbero accompagnare questi particolarissimi piercing pubici.

Differenza sostanziale tra uomo e donna

Per motivi anatomici che non sentiamo il bisogno di stare a spiegare ad un pubblico di lettori adulti, il piercing pubico presenta delle differenze sostanziali tra uomini e donne:

  • Gli uomini se lo fanno, in genere, alla base del pene, un po’ come se fosse un Christina piercing. Si tratta di un piercing surface che, almeno con il pene a riposo, è particolarmente visibile. Con il pene eretto tende, per motivi di proporzione, a sparire leggermente.
  • Le donne invece possono occupare qualunque punto, per il piercing pubico, del monte di Venere. Si tratta dunque di un’area piuttosto vasta sulla quale operare, che può partire dalla parte del pube che è a contatto con il bacino, per poi finire invece a ridosso della vagina o più in generale del clitoride

Un piercing surface: il rigetto è frequente

Il piercing al pube viene, nella stragrande maggioranza dei casi, effettuato per ragioni anatomiche, con una tecnica surface. Chi segue il nostro sito sa bene che il piercing surface può causare problemi come il rigetto in un gran numero di casi. Si tratta di un problema di cui tenere sicuramente conto prima di avventurarsi in una pratica del genere.


E per la guarigione?

La guarigione dipende in gran parte dalla cura che avrete del piercing. Secondo comunque le medie registrate dai professionisti con i quali collaboriamo, c’è bisogno di circa 8–10 settimane per una guarigione completa del piercing.

Il piercing, inoltre, andrebbe fatto su una zona completamente depilata, possibilmente con ceretta, in modo da ritardare la crescita dei peli, che possono essere molto problematici, soprattutto durante il momento della guarigione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons