Loading...

Piercing, infezione e febbre, come muoversi

febbre piercing infezioneIl piercing, soprattutto se realizzato non seguendo gli standard tecnici e le più elevate norme igieniche, può causare non pochi problemi. E anche nel caso in cui tutto fosse stato portato a termine con attenzione, la febbre e le infezioni potrebbero fare capolino.

Se vi siete appena fatti un piercing, non importa dove e in quale zona del corpo, e il termometro segna rosso, continuate a leggere, vi spieghiamo noi la natura del problema, a chi rivolgersi e come risolverlo.

La febbre, uno dei sintomi dell’infezione

La febbre che avete accusato poco dopo il piercing potrebbe, in pochi casi, c’entrare davvero poco con il foro che vi hanno appena praticato. Potrebbe trattarsi di una coincidenza da ignorare, e da curare come se si trattasse di una normale patologia.

Nei casi più comuni però, la febbre è proprio causata dall’infezione del piercing, ed è necessario prendere contromisure per evitare che la situazione peggiori e diventi, in fine, più difficile da curare.

Se avete qualche decimo di febbre, la situazione è sotto controllo, e una normale profilassi contro le infezioni e le infiammazioni dovrebbe fare al caso vostro, senza la necessità di preoccuparsi oltre modo.


Febbre alta: cosa fare?

Se la febbre è invece alta (sopra i 38°) la situazione è più grave, e il vostro piercing potrebbe essersi infettato in maniera più seria. Anche qui però agitarsi e andare nel panico non vi aiuterà a risolvere il problema.

L’unico che può aiutarvi è il vostro medico curante, e nel caso in cui non sia possibile raggiungerlo entro poche ore, può essere il caso rivolgersi ad un pronto soccorso, spiegando bene la situazione al personale che vi riceverà, che una volta certificata l’infezione, procederà alla profilassi, in genere indolore e rapida, che vi permetterà di ritornare come nuovi entro pochi giorni.

Come evitare le infezioni

Le infezioni si possono, anzi si devono evitare. Per farlo bisogna innanzitutto rivolgersi ad un professionista che opera in uno studio certificato, che non solo vi garantirà il meglio delle tecniche a disposizione, ma che terrà debito conto di tutte le norme igieniche da rispettare in caso di piercing.

In secondo luogo è necessario presentarsi all’appuntamento in un buono stato di salute, per evitare che lo stress del foro si traduca in una convalescenza non ottimale.

Per ultimo va fatta attenzione ai materiali scelti per il vostro primo gioiello. Se avete alcune allergie o intolleranze, è bene comunicarle preventivamente a chi praticherà il foro, e comunque evitare di risparmiare pochi euro utilizzando un materiale non ottimale.

Scegliete sempre i prodotti di prima qualità, evitandovi problemi che faranno sicuramente aumentare i costi del vostro bellissimo piercing.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons