Loading...

Piercing falsi: una guida completa

riconoscere un piercing falsoPiercing o non piercing: questo è il problema! Tu, come un moderno Amleto, sulla soglia di uno studio professionale specializzato nell’esecuzione di piercing e tatuaggi, potresti trovarti in preda a questo dubbio.

Il piercing, di certo, ha un forte impatto estetico: ma quando la motivazione per farsi fare un foro sta solo nella voglia di indossare un particolare gioiello vale davvero la pena di chiedere l’intervento di un piercer?

La pratica del forare svariate parti del corpo per applicare piercing ha radici antiche eppure, qualche volta, si ha solo voglia di vedersi con indosso “qualcosa di diverso” senza per forza dover fare i conti con tutte le cure che un vero piercing richiede e i rischi che farsi fare un piercing comporta: se questo è il tuo caso dovresti valutare l’opzione del fake piercing.

No dolore no piercing? Non nel caso di un fake piercing…

Voglia di piercing “senza conseguenze”? Basta optare per un fake piercing: si tratta, letteralmente, di un piercing “finto” che ti permetterà di sfoggiare un gioiellino in modo provvisorio senza bisogno di nessun buco. Eterni indecisi, paurosi cronici, amanti delle “soluzioni temporanee” ecco il piercing perfetto per voi: un “piercing” che piercing non è.

A ognuno il suo piercing. Anche se finto

L’idea del fake piercing ti stuzzica. Tante volte avresti voluto poter sfoggiare quel certo tipo di piercing ma poi, al solo pensiero di dover affrontare il dolore del foro, le possibili  infezioni, e tutti gli altri rischi correlati al buco, hai desistito? Usando un piercing finto diresti definitivamente addio ai dubbi e potresti dire benvenuto al tuo nuovo piercing anche se “fake”.


Se però non sei ancora molto informato sul mondo dei piercing finti avrai di certo diverse curiosità: di piercing finti ne esistono di diversi tipi? E come si indossano? Quando si sceglie un “piercing provvisorio” la scelta, fondamentalmente, è tra due grandi categorie: piercing  adesivi e piercing magnetici.

Un piercing è una calamita per sguardi…

Il principio dei piercing magnetici è estremamente intuitivo ma per comprenderlo al meglio è utile fare un esempio pratico: immagina un piercing monroe con la sua sfera sporgente e pensa adesso al fatto che, invece di praticare un foro, per applicarlo potresti limitarti a posizionare una calamita all’interno della bocca.

Lo stesso principio vale anche, per esempio, per il piercing al naso: nella parte esterna della narice metterai il gioiello temporaneo mentre all’interno della narice dovrai sistemare il magnete che permetterà al tuo piercing finto di restare in posizione.

…  Infatti gli occhi di tutti saranno letteralmente incollati a te!

Hai deciso che sei ancora troppo indeciso per farti fare un vero piercing ma non vorresti rinunciare a “vedere come ti sta”? Un fake piercing adesivo potrebbe allora essere la soluzione più adatta per te.

Un piercing finto adesivo, infatti, non necessita di alcun foro: per permetterti di abituarti alla tua nuova immagine con un piercing basterà infatti un semplice strato adesivo.

Piercing finto: perché?

Adesso che ti è più chiaro cos’è un piercing finto puoi fermarti a pensare al perché scegliere un fake piercing potrebbe essere la soluzione più adatta per te.

Che tu abbia solo bisogno di un po’ più di tempo per trovare il coraggio di affrontare il momento del foro o che tu sia deciso a non volere piercing veri nel tuo corpo poco importa: se un piercing temporaneo ti sembra il modo migliore per cambiare la tua immagine ogni volta che ti va perché non optare per questo gioiellino senza rischi?

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons