Loading...

Piercing con Flesh Tunnel: consigli e indicazioni

flesh tunnelIl flash tunnel è uno dei gioielli da piercing più interessanti. Si usa in genere sui lobi delle orecchie, ma non mancano i temerari che lo utilizzano addirittura sui piercing alle narici o alle guance.

Si tratta, appunto, di un tunnel di materiale variabile, che serve sia da estensore del foro, sia per lasciare un effetto visito piuttosto shocking, ovvero con un foro vuoto all’interno e la pelle che si tende all’esterno.

Ne esistono di diversi calibri e costituiscono, per molti, il punto d’arrivo di un piercing ben fatto. Vediamo insieme di cosa si tratta, come metterselo e come sceglierlo.

Come scegliere? I materiali

La cosa sicuramente più importante per chi vuole un piercing di questo tipo è il materiale. Ci sono infatti flash tunnel sia di metallo (da scegliere assolutamente quello di qualità chirurgica), sia di plastica (sconsigliati se non di composizione certa), che di osso o legno.

La scelta è più che vasta e bisogna un po’ riallacciarsi al discorso generico che riguarda i gioielli da piercing:


  • Il metallo di qualità chirurgica è sicuramente il materiale più inerte e adatto ad un piercing, soprattutto se delicato;
  • Il legno e l’osso sarebbero anche buoni materiali, se non fosse che la loro porosità li rende estremamente difficili da pulire;
  • La plastica potrebbe anche essere ok, a patto che sia certificata e che possa garantirci, dunque, qualità e inerzia nei confronti anche dei materiali organici che, il nostro orecchio, inevitabilmente produrrà.

Come scegliere: il calibro

Esistono ovviamente flesh tunnel di calibri diversi, anche se in genere si preferiscono diametri importanti, come quelli da 1, 1,5 e 2 cm.

Sta comunque a voi, a seconda di quanto sia già stato allargato il vostro buco.

Quello che vi sconsigliamo fortemente, è di utilizzare calibri che siano superiori a quelli già ottenuti con i dilatatori. Il flesh tunnel infatti non è uno strumento per dilatare, ma piuttosto uno strumento per stabilizzare.

Evitiamo di creare lo stretch, quindi, con questo strumento.

Come pulirlo e curarlo?

Il flesh tunnel va idratato e va pulito di tanto in tanto. Meglio farlo una volta al giorno: andranno benissimo il sapone neutro e la soluzione salina.

Teniamo il foro altrettanto pulito, soprattutto se cominciamo ad avvertire cattivo odore, che potrebbe essere segnale di residui organici e di colonie batteriche proprio addosso al piercing.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons