Loading...

Piercing Albertina: la guida completa

piercing-albertinaDi recente la moda dei piercing genitali sta sempre più prendendo piede, soprattutto tra le donne. Ma cosa spinge le ragazze a sottoporsi a questa pratica trasgressiva? Cos’è il piercing Albertina? Vediamolo insieme!

Che cos’è il piercing albertina?

La pratica del piercing albertina è piuttosto rara tra i fori ai genitali femminili. Per fare questo piercing lo specialista andrà a fare un piccolo foro nella mucosa vaginale, inserendo un anello che passa dall’uretra fino alla vagina.

Si tratta, quindi, di un piercing genitale interno, per dirla con parole povere, il gioiello entra nell’uretra ed esce dalla vagina. La sua rarità è dovuta principalmente dalla difficoltà della pratica stessa.

Come si fa il piercing albertina? Fa male?

Vista la difficoltà e i rischi ad essa connessi, la domanda sorge spontanea: perché decidere di farsi un piercing albertina? Semplice, il gioiello che passa attraverso l’uretra stimola letteralmente i nervi che si trovano in questa zona, aumentando il piacere durante l’atto sessuale o durante la masturbazione.

Per fare questo piercing, il piercer dovrà constatare che la larghezza dell’uretra sia adatta per ospitare il gioiello, successivamente praticherà il foro usando i seguenti strumenti:


  • Ago cannula;
  • Guanti in lattice;
  • Il gioiello più adeguato per la zona.

Inoltre è necessario che la pratica venga effettuata in un ambiente totalmente sterile. Diffidate di coloro che vi proporranno un prezzo stracciato per un piercing “fatto in casa”, in quanto le infezioni sono molto frequenti in questi casi.

Quali sono i rischi di un piercing ai genitali?

Il rischio principale del piercing Albertina è quello di causare e/o aggravare delle infezioni del tratto urinario, in quanto, come abbiamo visto, passa proprio attraverso l’uretra.

Come per ogni altro tipo di piercing, una cura inadeguata durante il periodo di cicatrizzazione potrebbe favorire il sopraggiungere di infezioni molto gravi. Si consiglia di seguire le seguenti regole subito dopo la pratica:

  • Astenersi dalle pratiche sessuali fino alla cicatrizzazione completa (almeno 2 settimane);
  • Non cambiare il gioiello prima di queste due settimane in cui la cute si sta abituando al piercing;
  • Seguire i consigli del vostro piercer di fiducia sul trattamento relativo al vostro piercing.

Di solito i piercing alla vagina non necessitano di trattamenti particolari perché, trattandosi di una mucosa interna, sarà l’organismo ad accettare il gioiello, anche se talvolta il piercer ci potrebbe consigliare di applicare delle apposite creme. Per questo motivo attenetevi sempre a quello che vi dice lo specialista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons