Loading...

Piercing al trago: consigli per evitare dolore e infezioni

Piercing al tragoNonostante sia posizionato sull’orecchio, il piercing al trago necessita di una cura particolare, per prevenire complicazioni, infezioni e non riuscita del foro stesso.

Come saprete già, se seguite il nostro sito, questo foro viene applicato sulla piccola sporgenza cartilaginea davanti al condotto uditivo, e nonostante la prossimità ai lobi si tratta di qualcosa di completamente diverso, principalmente perché l’intera zona è costituita da cartilagine.

Come fare il piercing al trago nel modo giusto

Mai e poi mai farsi perforare con una pistola.

Questo vale in generale per tutti i piercing, ma ancora di più per quello al trago. La zona cartilaginea ha bisogno di un foro applicato a mano libera da un professionista che si rispetti. La pistola rischia di creare danni da shock violento e di innescare un’infezione a causa della scarsa igiene del macchinario stesso.

Tenere lontani i batteri

Soprattutto durante la degenza la curiosità è davvero tanta. Dovreste astenervi dal toccarlo in continuazione, e comunque mai andarlo a toccare se non vi siete prima lavati le mani con un sapone antibatterico.


Il rischio che i batteri infettino la ferita aperta è alto, quindi massima attenzione.

Pulizia, pulizia e ancora pulizia

La ferita del piercing al trago va pulita costantemente durante tutto il periodo di guarigione, che potrebbe protrarsi fino a 12 mesi. Per farlo utilizzate prodotti consigliati dal vostro professionista, andando a pulire possibilmente con qualcosa che non lasci residui (tipo le palline di cotone) direttamente sulla ferita.

La pulizia deve essere effettuata almeno un paio di volte al giorno, per poi diminuirla quando la ferita comincerà a rimarginarsi.

Il sebo

Le secrezioni giallo chiaro sono normali. Si tratta del sebo, che è la risposta del nostro corpo ad una ferita. Puzza parecchio, quindi siete avvisati: evitate di farlo fermentare, pulitelo di frequente.

Se le secrezioni non si interrompono dopo qualche settimana è bene consultare un medico, potrebbe trattarsi di una infezione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons