Loading...

Piercing al labbro e pus: quando andare da un medico

Piercing al labbro e pusSe avete deciso di farvi fare un piercing al labbro, sia questo un angel bite, un labret o un Monroe, è fondamentale che vi rendiate conto che si tratta di una ferita che non deve essere contaminata.

Nei giorni successivi all’applicazione, è normale che si avverta una sensazione di bruciore ed è altrettanto normale che la zona sia arrossata e secerna un siero di colore giallognolo.

I piercing al labbro richiedono due cure distinte, una esterna da svolgere con l’aiuto di un bastoncino di cotone imbevuto di soluzione fisiologica ed una orale, con risciacqui a base di collutorio dopo ogni pasto.

Cercate quanto più possibile di evitare che il gioiello entri in contatto con trucchi e profumi.

Una volta trascorsi i primi 3-4 giorni, se notate che l’area è ancora soggetta a sanguinamento, arrossamento e presenza di pus, significa che, nonostante le attenzioni e le cure prestate, si è in presenza di un’infezione.


Un altro sintomo di infezione è un gonfiore tale da non lasciare gioco al gioiello.

Se è insorta un’infezione è necessario rivolgersi tempestivamente al proprio medico di famiglia o andare al pronto soccorso, poiché, qualora non venga messo in atto un adeguato trattamento, la situazione rischia di aggravarsi, con conseguenze anche molto serie.

Non togliete il piercing

Non rimuovete il gioiello finché il medico non vi dirà di toglierlo. Lasciando il piercing inserito, il pus riesce a defluire, evitando la formazione di un ascesso, ossia di un ammasso di pus sottopelle.

Nella maggior parte dei casi è possibile trattare l’infezione senza danneggiare il piercing, specialmente nel caso di gioielli d’oro.

Trattamento farmacologico

Se diagnosticate in tempi brevi, le infezioni lievi possono essere curate con apposite creme a base di antibiotici da applicare direttamente sulla cute, e con immersioni in acqua tiepida contenente sostanze disinfettanti, come l’Euclorina®.

Antibiotici

In caso di infezione di grave entità, il medico potrebbe valutare l’idea di prescrivervi una cura a base di antibiotici per via orale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons