Loading...

Microdermal in platino: la guida e le problematiche

microdermal platinoNon vedi l’ora di fare un microdermal, ma non sai quale materiale scegliere? Hai bisogno di qualche consiglio anche sulla cura del tuo gioiello? Stai leggendo la guida giusta.

Oggi ti parliamo dei microdermal in platino, o meglio dei microdermal bagnati nel platino. Vedremo quali sono le sue caratteristiche e ti daremo anche qualche consiglio per la scelta del piercer. Continua a leggere.

Microdermal in platino: la guida

Il microdermal va applicato da un piercer esperto sotto gli strati più profondi della pelle, in questo modo il gioiello rimane saldo e si evita il rigetto immediato. Il piercer utilizza uno strumento di tipo chirurgico per tagliare la pelle e poi inserisce la barra a cui verrà avvitato il gioiello da te scelto.

Alla barra si può applicare qualsiasi gioiello, basta che sia adatto ai microdermal e che ti piaccia. Puoi scegliere tra centinaia di opzioni. I più comuni materiali con cui si fanno barre e gioielli per i microdermal sono il titanio e l’acciaio, ma oggi ti parliamo di quelli bagnati nel platino.

Perché non in platino puro?


Ovviamente perché se i gioielli fossero in platino puro, i costi sarebbero molto alti e il mercato davvero ristretto. Anche placcare in platino ha un costo elevato, quindi difficilmente troverai gioielli in platino puro.

I piercing placcati in platino sono igienici e non si rovinano col passare del tempo. Non dimenticare che per evitare di sviluppare delle pericolose infezioni, dovrai scegliere un piercer esperto in microdermal. Non tutti i piercer sono abilitati.

Diffida da chi ti offre sconti sospettosi e da chi vuol fare pratica sulla tua pelle, potresti andare incontro a lesioni serie della cute e anche ad infezioni pericolose. Non mettere a rischio la tua salute.

Come curare il tuo microdermal

Nei primi giorni dovrai prenderti molta cura del microdermal e dovrai pulirlo almeno due volte al giorno con della soluzione salina sterile. Fai attenzione mentre ti vesti a non tirarlo e a non farlo incastrare negli abiti.

Tenere sempre pulito il microdermal abbassa il rischio di rigetto. Se preferisci, i primi giorni puoi coprirlo con della garza sterile in modo da evitare traumi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons