Loading...

Come scegliere lo studio dove fare il piercing

piercer professionistaSe abbiamo finalmente deciso che è giunta l’ora del nostro piercing, ci rimane soltanto da scegliere lo studio al quale affidare il nostro corpo e la riuscita dell’operazione. Con l’esplosione dei piercing come moda però, sono diventati moltissimi gli hobbisti che si improvvisano esperti e che utilizzeranno il vostro corpo come un autentico banco di prova.

Per questo motivo abbiamo preparato una guida che vi permetterà di scegliere lo studio giusto analizzando prima il quadro generale della questione e poi i dettagli più importanti.

Mai fermarsi dal primo

Quella per trovare il piercer giusto è un’avventura che vi porterà a visitare più di uno studio. Questo perché è importantissimo essere certi di quello che la piazza può offrire e perché al tempo stesso è di fondamentale importanza essere sicuri di non aver lasciato magari il migliori professionista fuori dalle nostre scelte.

Preparate carta e penna e scrivete, con l’aiuto di Google o delle Pagine Gialle, una lista di tutti gli studi di body modification nella vostra zona.

Se sono pochi, non abbiate paura di viaggiare per qualche chilometro. Un piercing è una operazione estremamente delicata e vale sicuramente la pena spostarsi di qualche decina di chilometri per trovare un professionista degno di questo nome. Occhio allo studio


Lo studio è lo specchio della professionalità del piercer. Se lo studio sembra poco illuminato, sporco o c’è cattivo odore, è il momento di filare. In primis è necessario, per svolgere correttamente queste operazioni, avere uno studio pulito quanto un ospedale. In seconda istanza non possiamo assolutamente fidarci di qualcuno che abbia così poco rispetto per la propria attività commerciale. Se non si prende la briga di pulire il pavimento, come pensate che tratti i suoi strumenti?

Quindi occhio allo studio: deve essere pulito, ben aerato e deve avere l’aspetto di una attività commerciale rispettabile, e non quello di una caverna infestata dagli orchi.

Controllare i lavori precedenti

Ogni professionista che si rispetti può farvi vedere i suoi lavori precedenti. Sono raccolti in genere in un book che presenta tutte le tecniche utilizzate in precedenza dal piercer, che vi mostrerà non solo la bontà del lavoro, ma anche il risultato che possiamo ottenere.

Un professionista che crede di svolgere un lavoro apprezzabile terrà sicuramente un book fotografico dei suoi lavori precedenti, e diffidate da chi non lo ha. Si tratta infatti o di qualcuno alle prime armi, oppure di qualcuno che non ha mai trovato qualcosa di così bello da fotografare. Meglio lasciare perdere, no?

Mai fidarsi del prezzo

Il prezzo dovreste tenerlo fuori dall’equazione. Un prezzo maggiore non vuol dire necessariamente maggiore professionalità e un prezzo minore non deve essere per forza di cose invitante.

Cercate sempre di giudicare tenendo conto di quanto abbiamo detto prima, tenendo il prezzo magari a ultimo discrimine tra due piercer che hanno dimostrato di essere in possesso di professionalità molto simili.

Risparmiare su un piercing è una pessima idea, come amiamo ripetere su questo sito, dato che il prezzo da pagare in termine di infezioni, gonfiori e cicatrizzazioni errate, sarà sicuramente più alto di quello che vi chiederà un piercer professionista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons