Loading...

Come riconoscere un piercing che ha fatto infezione

piercing infettoIl piercing, soprattutto se fatto a regola d’arte, in genere non causa problemi. Diciamo in genere, perché in alcuni casi,  con la complicità di chi non se è curato abbastanza, il piercing può anche dare luogo a problemi.

Il più comune è sicuramente quello delle infezioni, che si verificano in tutti quei casi in cui o il foro non è stato eseguito bene, oppure non si è prestata la dovuta attenzione alla fase della convalescenza.

Se il tuo piercing è diventato rosso e infiammato, se il dolore si fa pulsante e la produzione di pus non si arresta, potresti fare bene a preoccuparti. Per evitare però di correre al pronto soccorso anche quando non ce n’è il bisogno, abbiamo preparato una mini-guida che vi aiuterà a riconoscere i casi di infezione.

Un po’ di rossore nei primi giorni è normale

Non corriamo al pronto soccorso subito dopo essere usciti dallo studio del professionista. Un po’ di rossore per i primi giorni è normale, e non deve destare alcun tipo di preoccupazione. I primi giorni potrebbe anche esserci alcuni scarichi di pus, cosa anche questa normale.

Non correte subito dal medico: la prima settimana vivrete sicuramente qualche tipo di problema, che può passare dal bruciore ad un leggero gonfiore.


Se la cosa dovesse però continuare oltre la prima settimana, è il caso di continuare a leggere.

Rossore intenso

Il rosso che circonda il vostro piercing è intenso? Tende al marrone? Potrebbe essere il caso di preoccuparsi. Il colore normale del primo arrossamento deve essere infatti un tono di rosa, mentre l’infezione in corso causa un colore decisamente più scuro. Non più rosa intenso per intenderci, ma rosso sangue/marrone.

Se tutta l’area che circonda il vostro nuovo piercing è diventata molto rossa, è il caso, ancora una volta, di continuare a leggere.

Dolore pulsante

Il dolore, ad infezione in corso, non si presenta soltanto quando tocchiamo il piercing, ma anche quando non stiamo muovendo l’area in questione. Il dolore è in genere pulsante, e anche qui siamo davanti ad un indizio (non certo ancora), di infezione.

Gonfiore

Nel caso di infezione l’area che insiste direttamente sul foro tende a gonfiarsi. Si tratta di un gonfiore decisamente innaturale e di dimensioni più importanti di quello che avete potuto vedere subito dopo l’applicazione del gioiello. Il gonfiore è un segno praticamente inequivocabile di infezione in corso, soprattutto se si tratta di qualcosa che è evidentemente non normale.

La foto che alleghiamo all’articolo mostra un esempio tipico di gonfiore da piercing infetto: guardatela e confrontatela con la vostra situazione.

Pus

Il pus è un’altra manifestazione tipica dell’infezione al piercing. Si tratta di un liquido giallognolo che il corpo rilascia, appunto, per curare le zone che sono state colpite da infezione.

Il pus ha anche un odore caratteristico ed è così comune che dovreste essere in grado di riconoscerlo senza alcun tipo di problema.

Se il pus non si ferma dopo la prima settimana, abbiamo un altro importante indizio di infezione in corso ed è sicuramente il caso di presentarsi da un dermatologo o da un medico per le cure del caso.

Questa guida non sostituisce il parere medico

Abbiamo creato questa guida con il supporto di personale medico specializzato su problematiche di questo tipo. Questa guida però non sostituisce in alcun modo il parere di un professionista. Nel caso di qualunque tipo di dubbio è ad un medico che dovrete rivolgervi, soprattutto se uno o più dei sintomi che vi abbiamo illustrato si fossero già manifestati.

La body modification è un arte che apprezziamo, ma che non deve mai e poi mai prendere il sopravvento sulle cure necessarie che dobbiamo riservare al nostro corpo. Rispettiamo il nostro corpo e manteniamolo in salute, soprattutto se siamo amanti dei piercing e vogliamo continuare ad esplorare questo splendido mondo.

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons