Loading...

Come disinfettare un piercing vaginale: la guida completa

piercing vaginaleNegli ultimi decenni si sono diffusi sempre di più i piercing genitali, soprattutto per quanto riguarda le donne, grazie alla loro fama di stimolatori sessuali, oltre al fatto di essere esteticamente molto belli. Oggi vedremo come si disinfetta un piercing vaginale.

Quali sono i piercing vaginali?

Diverse sono le pratiche che riguardano i piercing alla vagina. Questi tipi di piercing, con gli anni, si sono guadagnati la reputazione di essere degli ottimi stimolatori sessuali, oltre al punto di vista estetico secondo cui da un tocco trasgressivo ai genitali di una donna.

Tra i piercing genitali di una donna, i più diffusi sono i seguenti:

  • Triangle piercing (al di sotto del clitoride);
  • Clitoral hood (piercing sul cappuccio del clitoride);
  • Piercing alle piccole labbra;
  • Piercing alle grandi labbra;
  • Albertina piercing (parte dall’uretra ed esce dalla vagina).

Questi piercing sono molto delicati, anche se non richiedono troppe attenzioni grazie alla mucosa vaginale che favorisce il normale processo di cicatrizzazione.

A causa della loro delicatezza è necessario rivolgersi a dei piercer professionisti che utilizzeranno i seguenti strumenti, accuratamente sterilizzati:


  • Guanti in lattice;
  • Pinza da piercer;
  • Ago cannula;
  • Il gioiello più adatto al foro.

Come si disinfetta un piercing vaginale?

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, i piercing sulla vagina non richiedono un’attenzione particolare perché la mucosa che si trova in questa zona ne favorisce la cicatrizzazione.

Tuttavia è necessario seguire alcuni accorgimenti dopo aver fatto un piercing di questo tipo. Di solito il professionista che ha praticato il foro, consiglia di seguire le seguenti regole:

  • Non toccare assolutamente il gioiello con le mani sporche;
  • Non cambiare il gioiello prima della fine del periodo di cicatrizzazione;
  • Lavare i genitali con del betadine diluito in acqua;
  • Astenersi da qualsiasi pratica sessuale durante il periodo di cicatrizzazione che di solito dura un paio di settimane.

Talvolta i medici consigliano ai propri pazienti di assumere un antibiotico per i primi 3-5 giorni, in modo tale da annientare qualsiasi focolaio batterico che possa essere stato innescato dal nuovo ospite.

Quali sono i rischi connessi a questi piercing?

rischi connessi al piercing sulla vagina sono gli stessi di qualsiasi altro piercing, ossia il rischio di andare incontro ad un rigetto o un’infezione. In entrambi i casi consigliamo di rimuovere il piercing.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons