Loading...

Come disinfettare un piercing all’orecchio

Quando si decide di fare un piercing all’orecchio, è fopiercing_orecchiondamentale prendersene cura durante l’intero processo di cicatrizzazione.

Infatti, una volta forata questa parte del corpo, il rischio di contrarre infezioni diventa molto alto se non vengono rispettate alcune importanti norme igieniche.

Non bisogna essere in possesso di un manuale per una corretta cura del piercing all’orecchio. Talvolta basta seguire con attenzione semplici linee guida per una corretta igiene della zona forata.

Come posso disinfettare un piercing all’orecchio?

La prima cosa da fare prima di toccare il piercing all’orecchio è lavarsi accuratamente le mani con del sapone antibatterico. Toccare la ferita con le mani sporche aumenta il rischio di infezioni ed infiammazioni.

In alternativa potete utilizzare dei guanti sterili per svolgere l’intera operazione.


Tamponate la ferita con una garza sterile oppure con del cotone idrofilo immerso in una soluzione salina. Fate scorrere delicatamente il piercing avanti e indietro, in modo tale che la soluzione disinfettante vada dentro al foro.

Cercate di pulire l’intera area almeno due volte al giorno ed evitate saponi con profumi ed alcool. Questi prodotti possono irritare la zona interessata e possono prolungare il processo di guarigione.

Sarà poi il turno del vostro piercing che dovrà essere messo in ammollo in un bicchiere o in una tazza per almeno cinque minuti. Aggiungete del detergente antibatterico o del disinfettante e lasciatelo per qualche minuto prima di sciacquarlo abbondantemente con acqua.

Purtroppo le prime settimane sono sempre le più delicate, è un po’ come camminare in un campo minato ed una piccola disattenzione potrebbe causare spiacevoli conseguenze. Per questo vi consigliamo tanta prevenzione per evitare l’insorgere di gonfiori ed infezioni.

Consigli

Il piercing all’orecchio va disinfettato tutti i giorni durante le prime tre settimane. Se appartenete alla categoria delle persone pigre, è bene far emergere il buon senso e non sottovalutare la pulizia.

Ricordatevi inoltre che la cicatrizzazione avviene in modo spontaneo e non esistono farmaci che possono accelerare il processo di guarigione. Cercate quindi di non prendere iniziative che potrebbero danneggiare l’area forata.

Ora che avete un piercing all’orecchio, dovrete anche limitare l’utilizzo di telefoni cellulari e di auricolari. Questi oggetti infatti, entrando in contatto con la ferita, possono essere portatori di germi e di batteri.

Infine le stesse attenzioni le dovete mettere in pratica quando vi lavate i capelli. Se la ferita dovesse entrare in contatto con shampoo e balsamo, il rischio di provocare arrossamenti e irritazioni è quasi garantito.

Solo dopo sei settimane potrete dire addio al piercing temporaneo e indossare un nuovo gioiello, preferibilmente in titanio oppure in acciaio chirurgico. Se si dovessero manifestare arrossamenti, bruciori o consistenti fuoriuscite di pus, allora sarà opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons