Loading...

Come cambiare il piercing all’ombelico

piercing ombelico cambiareCambiare il piercing all’ombelico non è difficile, nonostante quello che si dice in giro. Si, è vero, il foro in quella precisa parte del corpo non è facile da maneggiare, e il piercing non può essere lasciato senza gioiello per molto tempo prima che si restringa.

Questo però non vuol dire che con la guida giusta e con la giusta attenzione non possiamo provvedere noi a cambiare il piercing all’ombelico, sia se fosse la prima sostituzione, sia se invece ci siamo stufati di un vecchio gioielli messo ormai anni fa e non più adatto a rappresentarci.

Ci vuole soltanto calma, un minimo di mano ferma e la capacità di interagire tranquillamente con il proprio corpo. Vediamo insieme come fare.

Attenzione: il piercing deve essere completamente guarito

Prima di sporcarci le mani è bene ricordare che il piercing deve essere completamente guarito prima di procedere alla sostituzione. C’è un motivo per cui tutti vi hanno già ripetuto questo, incluso il professionista che vi ha praticato il foro.

Un piercing non ancora completamente guarito non potrebbe sopportare lo stress del cambio di gioiello, e mentre è ancora aperto si troverebbe a combattere con le impurità e con i materiali (spesso meno che ottimali) portati nel foro dal nuovo gioiello che avete scelto.


Il cambio di piercing all’ombelico va fatto solo dopo che si ha l’assoluta certezza che sia guarito.

Primo passo: lavarsi bene le mani

Avete mai visto un chirurgo prima di una operazione? Se non lo avete visto ve lo diciamo noi come lavarvi le mani. Prendete una saponetta o sapone liquido e strofinate a fondo, fino ad ottenere un effetto scrub sulla pelle delle vostre mani.

Sarebbe ideale aiutarsi con una spugnetta sterile, ma non è comunque necessaria. Una volta lavate le mani, asciugatele su di un asciugamano pulito e non utilizzato in precedenza.

Gli asciugamani sono veicolo delle peggiori schifezze e non vanno granché d’accordo con il livello di igiene di cui avete bisogno per cambiare il piercing.

Secondo passo: detergere bene la zona del piercing

Usate un disinfettante per pulire la zona intorno al vostro piercing e il vostro piercing. Non usate i batuffoli di cotone: hanno la tendenza a lasciare in giro filamenti che poi, rimasti a contatto con i liquidi corporali espulsi dal piercing, potrebbero finire per essere il punto di incubazione di una infezione.

Terzo passo: procedere

Il gioiello va rimosso lentamente, e il nuovo da inserire deve essere già pronto e disinfettato. Togliete il vecchio gioiello e disinfettate di nuovo l’area, dato che crosticine e piccole secrezioni potrebbero essere ancora lì, pronte a diventare una coltura di batteri.

Una volta tolto il vecchio piercing muovetevi a inserire il nuovo, e fatelo nel più breve tempo possibile.

Questo perché il foro all’ombelico, soprattutto se molto giovane, tende a restringersi in tempi molto molto brevi, e chi ha una pelle molto elastica potrebbe trovarsi con il problema di un piercing diventato ormai troppo stretto per sistemarci anche il più piccolo dei gioielli.

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mondopiercing.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons